300 tronchi schiantati da Vaia di nuovo in piedi a Siracusa per ospitare le vicende de “Le Troiane” di Euripide

Di Francesca Dini

Lo scorso 10 maggio è stata rappresentata al teatro Greco di Siracusa “Le troiane” di Euripide, una tragedia che parla di follia, desolazione, dell’inutilità della guerra su di uno sfondo di colonne erette verso il cielo, i tronchi degli alberi schiantati dalla tempesta Vaia lo scorso ottobre in Carnia trasportati in Sicilia grazie all’impegno della Regione Friuli Venezia Giulia, dello studio Architetti Stefano Boeri e della Filiera solidale PEFC. Alla prima della rappresentazione hanno partecipato in rappresentanza della regione Friuli Venezia Giulia, la referente del progetto la dottoressa Nicoletta Ermacora e la presidente del PEFC Italia Maria Cristina D’Orlando.

L’architetto milanese Stefano Boeri insieme al suo team ha deciso di utilizzare il legno Certificato PEFC schiantato da Vaia per costruire la scenografia della rappresentazione, come paesaggio ideale poiché anch’esso derivante da una tragedia ambientale che ha prodotto nella comune visione “un’immagine perturbante, di dolore, di sofferenza e di tragedia”. L’obiettivo degli architetti, quello di conferire un’ultima dignità a questo legname ponendolo per un’ultima volta difronte al pubblico per poi consegnarlo alla filiera legno della regione Sicilia affinché gli venga data una seconda vita. Il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, ha inoltre dichiarato che parte di questi tronchi dopo le rappresentazioni sarà riutilizzato insieme a lecci e querce per costruite il “Bosco delle Troiane”, un nuovo spazio pubblico di 85.000 mq di proprietà comunale alle spalle del Tribunale cittadino.

Questo è uno degli esempi dell’utilizzo del legno schiantato lo scorso ottobre nel Nord-Est, nelle regioni del Friuli Venezia Giulia del Trentino Alto Adige e del Veneto che conferisce maggiore visibilità all’uso del legno certificato e tracciato tramite la filiera solidale PEFC. L’attività della filiera solidale PEFC continua con forza l’azione promozione e supporto alle zone colpite, incentivando all’uso e la valorizzazione del legno abbattuto. Segno positivo il numero in continua crescita di aziende, proprietà forestali e associazioni sostenitrici che aderiscono alla filiera. Per maggiori informazioni sugli aderenti e sulle attività della filiera: www.filierasolidalepefc.it

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it