Carta di Bagno di Romagna: Pefc Italia con Legambiente e Slow Food per la Gestione Forestale Sostenibile e Consapevole

di Francesca Dini

È stata presentata nell’ambito di “Oltreterra – Nuova Economia per la montagna” la carta di Bagno di Romagna, documento nato da un’idea di Slow Food e Legambiente, supportato dal Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna e sviluppato grazie ai contributi del PEFC Italia, del CREA, di ERSAF della Regione Lombardia, della Regione Toscana e della Regione Piemonte.

L’obiettivo principale di questo progetto è la rivalutazione e lo sfruttamento fruttuoso e consapevole del patrimonio boschivo Italiano al fine di tutelarlo e renderlo fonte di sostentamento per le comunità montane residenti nel luogo.

La Carta (di Bagno di Romagna) pone l’attenzione su tre questioni primarie su cui risulta necessario intervenire: La gestione forestale attiva delle proprietà forestali, pubbliche e private, attraverso lo sviluppo di una politica nazionale di gestione delle risorse; La valorizzazione del capitale umano ed imprenditoriale, attraverso la qualificazione e la formazione di chi opera in bosco; La certificazione dei prodotti di origine forestale legnosi e non legnosi, per garantire l’utilizzo sostenibile dei prodotti del bosco e del sottobosco, la crescita di filiere boschive con cui contrastare il lavoro nero e l’illegalità nel nostro Paese.

Per maggiori informazioni si rimanda al documento ufficiale al seguente link:

http://www.slowfood.it/wp-content/uploads/2017/07/CARTA-DI-BAGNO_06-07-17-.pdf

Join the discussion

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *