Continua l’andamento positivo della certificazione PEFC

Di Giovanni Tribbiani

Il 2018 ha visto risalire tutti gli indicatori della certificazione PEFC in Italia. Se il 2017 si era chiuso con dati positivi ma anche qualche nota negativa (per la chiusura della certificazione forestale del gruppo regionale in Veneto), il 2018 presenta tutti gli indicatori positivi con, in particolare, la ricertificazione della maggior parte degli ettari veneti. Di seguito analizziamo i numeri della catena di custodia e della gestione forestale in Italia

CoC 2018Catena di custodia
Sono ben 87 le aziende che hanno ottenuto la certificazione di catena di custodia nel 2018 (ovvero +4% rispetto il 2018), dato positivo confermato anche dal miglioramento in valore assoluto rispetto al 2017 quando furono 77. Il Veneto ha visto il maggior numero di nuove aziende certificate con 11, seguito dal Piemonte con 10 e dall’Emilia Romagna con 7; in generale il Veneto è la regione con il maggior numero di aziende certificate per la Catena di Custodia con 248 aziende, seguito dal Trentino Alto Adige con 185 e dalla Lombardia con 175.

 

 

GFS 2018

Gestione forestale sostenibile
La gestione forestale PEFC segna un bel risultato con nuove certificazioni e il recupero della gran parte della certificazione del gruppo PEFC Veneto, regione in cui dove sono tornati ad essere oltre 60.000 gli ettari di foreste certificate PEFC. Questi risultati portano la superficie certificata PEFC in Italia da 745.559,04 ettari a 819.017,06 ettari con un aumento del 9,8%. Nel 2018 la certificazione forestale è entrata anche nelle Marche e in Campania, con proprietà forestali facenti parti di gruppi con legali rappresentanti nel Nord.
La superficie forestale certificata più estesa è quella gestita dal Bauernbund – Unione Agricoltori di Bolzano (con 300.295 ettari, il 36,6% del totale PEFC italiano), seguita dalla Provincia di Trento che comprende l’area gestita dal Consorzio dei Comuni Trentini – AR Trentino e dalla Magnifica Comunità di Fiemme (con 261.428,81 ettari, il 31,9%), poi dall’area gestita da UNCEM in Friuli Venezia Giulia (con 80.274 ettari, il 9,8%); a seguire, in ordine decrescente di superficie forestale certificata, le foreste del Piemonte, della Lombardia, della Toscana, Basilicata, e in altre regioni (Emilia Romagna, Liguria, Marche, Umbria e Lazio,).

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it