Eletto l’Ufficio di Presidenza del PEFC Italia 2020-2022 – messaggio del Presidente

Di Antonio Brunori

Il neo eletto Consiglio di Amministrazione del PEFC Italia https://www.pefc.it/scopri-il-pefc/il-pefc-italia/il-consiglio-di-amministrazione-del-pefc-italia si è riunito a Verona il 5 di ottobre e ha votato per eleggere l’Ufficio di Presidenza, che è così composto: Francesco Dellagiacoma (Presidente), Primo Barzoni (Vice Presidente Vicario) e Maria Cristina D’Orlando (Vice Presidente). Qui il messaggio del neo Presidente Francesco Dellagiacoma:

“In questa consigliatura che speriamo sia presto post-covid, vogliamo mettere al centro lo sforzo di condividere e coinvolgere attivamente le imprese, i soci e tutte le associazioni con le quali abbiamo progetti di collaborazione. Ci sono opportunità importanti che possono realizzarsi: la centralità della questione ambientale, sottolineata anche dalla vicenda del covid, a partire dalla crisi climatica; la partita del rilancio dell’economia e dei fondi europei, con l’esigenza di una svolta di sostenibilità e di muoversi decisamente verso gli ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni al 2030 (55% o 60%) e 2050 (neutralità climatica in Europa).

Le foreste e l’uso del legno sono essenziali per raggiungere questi obiettivi, che ovviamente si inseriscono in un contesto più ampio che deve tener conto anche dell’esigenza di fermare la perdita di biodiversità e di creare un nuovo rapporto con l’ambiente naturale. PEFC con i suoi 900.000 di foreste certificate e le 1.100 aziende, i 56 soci e le collaborazioni attivate, può giocare un ruolo importante nel richiedere una politica economica all’altezza della sfida e un’applicazione coerente.

Il CdA e la presidenza sono impegnati in questo senso: siamo una piccola organizzazione ma con un patrimonio sociale di proprietari, imprese, associazioni, collaborazioni importante, che dobbiamo riuscire a coinvolgere sull’obiettivo di valorizzare l’economia forestale e del legno, cogliendo le opportunità di questo momento: a ognuno chiediamo informazioni, collaborazioni, suggerimenti e anche critiche. Il nostro impegno è di delineare strategie e attivare forme di comunicazione e partecipazione che consentano la condivisione del nostro importante patrimonio sociale”.

Condivisione e partecipazione che saranno per noi essenziali nel prossimo futuro. Con questa occasione, infatti, annunciamo pubblicamente l’avvio del nostro processo di revisione dello standard. Qualunque stakeholder interessato a prendere parte a questo processo che ci piace definire di “democrazia forestale” può inviare una mail a info@pefc.it, esplicitando il proprio interesse a partecipare al processo e il nominativo della persona individuata dalla propria organizzazione come referente per il processo. Un’attività necessaria per l’allineamento dei nostri requisiti agli standard internazionali, ma anche per l’applicazione del “Tree outside forest”. Ci impegneremo infatti, oltre che per la revisione degli standard già in vigore anche per la creazione dei nuovi standard relativi al Verde Urbano e all’Agroforestazione. Un’opportunità di cooperazione, collaborazione, incontro e sviluppo professionale davvero importante”*.

*Si fa presente che tutte le informazioni relative al processo sono pubblicate nella sezione specifica del sito del PEFC relativa al processo di revisione.

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it