Fede e Ambiente a Torino: la Penitenzieria per i pellegrini della Sindone ottiene la certificazione di progetto PEFC

La struttura in legno lamellare e pannelli realizzata per accogliere i visitatori della Sindone al termine del loro percorso è la quarta in Italia a ricevere l’importante riconoscimento. Il legno con cui è stata realizzata proviene  da boschi certificati PEFC, gestiti in modo sostenibile.

Torino, 18 giugno 2015 – Gli appuntamenti religiosi possono essere una straordinaria occasione per diffondere buone pratiche di sostenibilità e riduzione degli impatti ambientali. È il caso dell’edificio, inaugurato a Torino il 17 aprile scorso, in occasione dell’Ostensione della Sindone: la Penitenzieria per i pellegrini, collocata in Piazza san Giovanni, ha ottenuto da parte di           SAI Global Italia (organismo di certificazione indipendente) la “certificazione di progetto” PEFC, lo standard di certificazione per la gestione forestale sostenibile più diffuso al mondo. Il legno utilizzato per questa struttura, la quarta in Italia a ottenere tale certificazione, è proveniente da boschi e pioppeti certificati PEFC. Una iniziativa coerente e allineata all’uscita dell’Enciclica verde del Papa Bergoglio e alla sua visita per l’Ostensione della Sindone, prevista il prossimo 21 giugno.

L’edificio, che offre ai pellegrini giunti al termine del percorso di visita alla Sindone lo spazio per un ulteriore momento di raccoglimento, è stato progettato dalla start up “Be-eco” e realizzata dall’azienda Nord Legnami Abitare. La struttura portante è in legno lamellare di abete ed è stata completata con elementi di finitura esterni in legno di pioppo OSB realizzati in Piemonte, in uno degli impianti di produzione di pannelli più importanti a livello europeo.

La Penitenzieria, un prototipo di architettura sostenibile – ECO Home™ – è stato realizzato sulla base del Protocollo ITACA, grazie alla collaborazione tecnica di iiSBE Italia, e nei tre mesi di permanenza presso piazza San Giovanni sarà monitorata rispetto ai consumi energetici grazie alla collaborazione con il Politecnico di Torino.

Al termine dell’Ostensione della Sindone, il 24 giugno, l’edificio entrerà poi a far parte dell’edizione 2015 del Festival Architettura in Città (30 giugno – 4 luglio) manifestazione organizzata dalla Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Torino. In questo contesto, si trasformerà nel contenitore di una mostra fotografica sui volti e le identità dei visitatori dell’Ostensione 2015.

 

VIDEO: http://youtu.be/VdE9dVOAanM

FOTO: https://www.flickr.com/photos/pefcitalia/sets/72157652297231754

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *