In Maglia Rosa per le foreste: il PEFC è ‘green partner’ del 97° Giro d’Italia

Il ciclismo come strumento per sensibilizzare sull’importanza della corretta gestione forestale: quattro tappe di montagna della mitica gara ciclistica attraverseranno le foreste certificate secondo lo schema PEFC. E gli organizzatori hanno deciso di usare solo carta PEFC per realizzare comunicati e classifiche durante l’evento.

Perugia, 6 Maggio – Mancano ancora pochi giorni al via della 97a edizione del Giro d’Italia ma, quest’anno, c’è già chi si è assicurato una sicura maglia rosa: la corretta gestione forestale. Gli organizzatori della manifestazione ciclistica, che si svolgerà dal 9 maggio al 1° giugno prossimi, hanno infatti voluto tra i loro partner il PEFC Italia, il sistema di certificazione per la gestione forestale sostenibile più diffuso al mondo.

Le tappe della corsa ciclistica più attesa dagli italiani saranno anche uno strumento per diffondere un messaggio nobile quanto prezioso per molte comunità locali: riscoprire un corretto rapporto con il nostro patrimonio boschivo non è solo un favore all’ambiente ma una scelta lungimirante perché permette, in un colpo solo, di ridurre i rischi (e i costi) di dissesto idrogeologico, rafforzare il mercato delle imprese della filiera bosco-legno che in Italia hanno scelto di investire in materie prime certificate, garantire un’opportunità di lavoro nei territori montani evitandone lo spopolamento.

Occhi puntati in particolare sulle quattro tappe alpine in Veneto, Trentino Alto Adige e Fiuli Venezia Giulia:

–           la n.16 del 27 maggio da Ponte di Legno alla Val Martello (139 km in alta montagna)

–           la n.17 del 28 maggio da Sarnonico a Vittorio Veneto (208 km pianeggianti)

–           la n.18 del 29 maggio da Belluno al Rifugio Panarotta in Valsugana (171 km di alta montagna)

–           la n.20 del 31 maggio da Maniago al Monte Zoncolan (167 km di alta montagna).

“Grazie al Giro 2014 – commenta Antonio Brunori, segretario generale del PEFC Italia – molti telespettatori potranno apprezzare con lo sguardo le molte aree forestali che in Italia sono certificate secondo rigorosi parametri riconosciuti a livello internazionale. Sono foreste premiate non solo per la loro bellezza ma perché produttive e ricche di biodiversità”.

Ma l’impegno del Giro 2014 per la tutela forestale non si ferma qui. Gli organizzatori hanno infatti deciso di utilizzare solo carta (della International Paper) certificata PEFC  per i comunicati stampa, i materiali informativo e pubblicitario che verranno realizzati nelle prossime settimane. In questo modo sarà garantita la provenienza legale  e sostenibile delle materie prime utilizzate per i prodotti cartacei e sarà dato un concreto sostegno alle aziende che si sono dotate dello strumento della certificazione. Questo spiega l’onore per il PEFC Italia di essere riconosciuti come “green partner dal Comitato organizzatore del Giro d’Italia

 

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *