La gestione del ripristino dei danni forestali provocati da Vaia in provincia di Trento

Francesco Dellagiacoma

Nell’incontro informativo su Vaia e Filiera Solidale PEFC, tenutosi a Trento il 16 aprile in occasione dell’assemblea annuale del PEFC Italia, il funzionario della Provincia Autonoma di Trento Giovanni Giovannini ha presentato lo stato dei fatti in provincia.

Il Trentino con 19.000 ha colpiti e 3,4 milioni di mc di alberi atterrati, risulta l’area più colpita da Vaia. L’area colpita più pesantemente è il Trentino Orientale (Altipiani, Pinè, Fiemme, Primiero).

Il piano degli interventi è stato approvato il 18 gennaio ed è disponibile sul sito https://forestefauna.provincia.tn.it/Documenti/SCHIANTI-2018. Il piano si concentra sulla sicurezza del territorio, della viabilità e degli operatori ed è stato realizzato coinvolgendo i tutti i servizi provinciali interessati e con uno scambio di esperienze con organizzazioni in Svizzera, Austria e Germania. Il piano prevede interventi di ripristino della viabilità e opere di protezione in amministrazione diretta attraverso il servizio Foreste e Bacini montani, la realizzazione di piazzali, la preparazione della vivaistica, supporto tecnico a proprietari e imprese, formazione degli addetti. Le superfici colpite sono state individuate con l’utilizzo di un volo Lidar e con il sistema GIS delle foreste sono state messe in relazione con le aree soggette a pericoli naturali (valanghe, rotolamento massi) e con le aree protette.

La spesa prevista per ricostruzione/adeguamento di strade è di 10,8 M€, per piazzali 0,9 M€; per le nuove realizzazioni rispettivamente di 6,0 M€ e di 1,2 M€.

Il monitoraggio fitopatologico attraverso la Fondazione Mach è stato intensificato, mentre per le vendite è risultato essenziale il servizio della CCIAA attraverso il portale Legnotrentino.it.

Le vendite hanno complessivamente riguardato circa 1,5 M mc rispetto ai 3,4 complessivi.

In Val di Fiemme, dove è tradizionale la vendita a strada, i lavori di utilizzazione degli schianti sono iniziati subito e molto legname viene allestito e venduto a cura dei proprietari, con prezzo medio per tutti gli assortimenti di 65-67€/mc; nel resto del Trentino la vendita in piedi è quasi esclusiva, con prezzo medio attorno a 25 €/mc.

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it