L’azienda del mese: Gava Imballaggi

Arredare tutelando i boschi:
il doppio colpo del design sostenibile
Dal 2011 i prodotti della linea Ecoarredo di Gava Imballaggi propongono sedie, tavoli, sdraio e altri oggetti creati con il pallet e utilizzando esclusivamente legno certificato Pefc.

Il pianeta si salva anche così: apparecchiando una tavola, mettendosi seduti, sdraiandosi su un lettino, scegliendo un giocattolo ai propri bambini, coltivare un piccolo orto sul proprio terrazzo. L’importante è che sedie, tavoli, giochi, cassette siano realizzate ricordando un fatto spesso sottovalutato: le risorse naturali non sono infinite e quelle a nostra disposizione vanno gestite con grande attenzione. Chi è a caccia delle eccellenze dell’Italia che (eco)innova merita una tappa in provincia di Treviso. Precisamente a Godega di Sant’Urbano. Dove ha sede un’azienda storica (mezzo secolo di storia nel settore legno e imballaggi) che ha deciso di puntare sull’economia verde per garantirsi il futuro. Una ventina di dipendenti, 10mila metri quadri di area produttiva, commesse dall’Italia e dall’estero. Alla base di tutto, il pallet. Più noto, tra i comuni mortali, come pedana o bancale. In pratica, le attrezzature usate per appoggiare e spostare grandi quantità di merci. Un prodotto che sembra lontano anni luce dalla possibilità di ridurre gli impatti ambientali. La Gava Imballaggi ha dimostrato che così non è. Anzi, è riuscita a trasformare il pallet in un mezzo di comunicazione per denunciare il traffico illegale di legno: 110 milioni di ettari di foreste perduti, denunciano le Nazioni Unite. Il 20% del legno importato in Europa. Un miliardo e mezzo di tonnellate di CO2 immesse in atmosfera (il 25% del totale).
Il primo passo per ottenere il pallet in versione verde conduce nelle foreste italiane gestite in modo sostenibile: a garantire il loro corretto sfruttamento, il Pefc. “Ma noi – raccontano Andrea e Massimo Gava, figli del fondatore dell’azienda, il Cav. Uff. Giuseppe, e attuali amministratori – abbiamo deciso di dargli una luce nuova, sfruttando la tendenza a usare questo prodotto per fare prodotti per l’arredamento della casa”.
Accanto alla storica Gava Imballaggi, nasce dapprima nel 2010 il marchio ECOPALLET®, che condensa le buone pratiche adottate dalla Gava in questa linea di prodotti, realizzata per le aziende più sensibili e attente alla Responsabilità Sociale, i quali vengono forniti con etichetta ambientale di prodotto. Nel 2012 nasce quindi il marchio ECOARREDO® che propone decine di oggetti diversi per arredare la propria abitazione e il proprio giardino con prodotti a basso impatto. “Questa avventura – proseguono i fratelli Gava – è il punto di arrivo della strada dell’ecosostenibilità intrapresa già da qualche anno”.
La certificazione Pefc, ottenuta nel 2009, ha garantito all’azienda di poter realizzare i propri prodotti esclusivamente con materie prime tracciabili e provenienti dal circuito legale. “La sensibilità per questi temi è sempre stata presente in noi. Ora finalmente è un driver per posizionarci sul mercato futuro. Noi possiamo proporre ai clienti finali prodotti a ridotto impatto e di provenienza certa”. Un vantaggio sia per le aziende che, anche attraverso gli imballaggi, possono mostrare la loro attenzione verso l’ambiente. Un vantaggio per i consumatori perché, scegliendo le sedie, i tavoli e gli altri ecoarredi, possono esser certi di cosa si mettono in casa. “Ci siamo interrogati spesso, nel corso degli anni, su cosa potevamo fare come azienda per l’ambiente. La certificazione ci ha permesso di poter rispondere con sicurezza alla domanda: da dove arriva il vostro legno? E il mercato sta premiando la nostra scelta”.
Al link si può visitare il sito Ecoarredare: http://www.ecoarredare.it

Martina Valentini

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it

Lascia un commento