Legno urbano: una risorsa certificabile? Si, col PEFC

Di Eleonora Mariano

 

Come annunciato nella nostra news di gennaio, è ormai ufficiale l’avvio dell’iter per la certificazione PEFC di verde urbano e agroselvicoltura.

L’esigenza di portare i criteri di gestione sostenibile anche nelle foreste urbane europee e nord-americane, ha portato, infatti, il PEFC a creare uno standard anche per la gestione sostenibile del “Fuori Foresta” (ToF – Trees outside Forests).

Lo standard, che adesso dovrà essere testato dai singoli paesi aderenti al PEFC, sarà attivo anche in Italia tra circa due anni e permetterà di poter avere legno urbano certificato per la sua sostenibilità e legalità.
Nel frattempo? C’è uno strumento che gli operatori del legno urbano possono usare per garantire che il proprio lavoro ed impegno siano nel rispetto dell’ambiente e delle persone?
Buona notizia: si, questo strumento esiste!

La certificazione di “Catena di Custodia” PEFC (COC PEFC), infatti, già da oggi è in grado di offrire due valide alternative che si adattano perfettamente a questo tipo di contesto: la certificazione “Riciclato PEFC” e la certificazione “Fonti Controllate PEFC”.
Nel primo caso, infatti, se il legno urbano è consegnato ad un centro di raccolta e riconsegnato dallo stesso con adeguata documentazione (e quindi con la costituzione di un sistema di rintracciabilità adeguato), questo viene considerato come “materia prima seconda” ed è automaticamente classificato come materiale certificabile PEFC. In questo caso, per comunicare all’utilizzatore finale che un determinato prodotto è un prodotto etico e sostenibile, è possibile usare anche il logo PEFC.

Ma se il legno non proviene da un centro di recupero? Anche in questo caso esiste una strada che permette di comunicare la tracciabilità (e quindi la legalità) del prodotto legnoso. Si tratta della certificazione “Fonti Controllate PEFC”, uno strumento che, applicando una serie di indicatori individuati a livello internazionale, permette di dichiarare che il prodotto legnoso ha un’origine certa e legale.

Di questo e di altri temi legati al mondo del legno urbano, si è parlato giovedì 21 febbraio dalle 11.00 alle 13.00 all’interno della fiera Myplant & Garden. In questa occasione, infatti, Rete Clima (socio del PEFC Italia) insieme ad altri partner ha lanciato il progetto LegnoUrbano, con l’obiettivo di favorire il recupero e la valorizzazione del legno degli alberi urbani che devono essere abbattuti per ragioni di età, instabilità, nuove necessità di pianificazione territoriale, periodico rinnovo delle alberature urbane.

Una bellissima iniziativa per creare valore con la natura, “generando ricchezza grazie al recupero e al riutilizzo del legno degli alberi abbattuti in città”.

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it