Linee guida PEFC con prescrizioni applicabili per l’attività ricreative in foresta durante l’estate 2020

Di Francesco Dellagiacoma

Le attività all’aria aperta riducono significativamente il rischio di trasmissione del “corona virus” rispetto a quelle negli ambienti chiusi e l’attività fisica nell’ambiente naturale promuove la salute fisica e il benessere psichico. PEFC Italia ha esaminato con il suo consulente legale le fonti normative in riferimento alle prescrizioni di cui all’emergenza sanitaria Covid-19 che risultano applicabili per l’attività ricreative in foresta e nelle aree naturali. Ad oggi, l’ultimo decreto legge relativo alle misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica è il n.33 del 16 maggio 2020, convertito con  modificazioni con la Legge n.74 del 14 luglio 2020, mentre il più recente DPCM è quello del 14 luglio 2020.

A tali attestamenti governativi, si è accompagnata una notevole produzione regolamentare regionale. Vi è poi da segnalare la produzione della Conferenza delle Regioni, la quale, in data 11 giugno 2020 ha emanato le Linee Guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative (20/95/CR1/COV19), allegato n.9 al DPCM dell’11 giugno 2020.

Proponiamo quindi un documento a favore di proprietari e gestori certificati PEFC, con linee guida operative da applicare, in cui oltre a dare regole e prescrizioni, si responsabilizza il turista a muoversi in bosco chiedendo la sua collaborazione con il rispetto di regole basilari, al fine di contribuire alla propria salute e a quella di tutti i frequentatori.

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it