Mercato del legno in Austria, report della Camera dell’Agricoltura Austriaca

Francesco Dellagiacoma

L’Austria è il mercato di riferimento per il prezzo del legname di conifera in Italia, grazie alla sua posizione dominante nel mercato italiano dei segati e semilavorati e il report della Camera dell’Agricoltura, che esce a metà mese (https://www.lko.at/mai-2021-holzmarktbericht-der-lk-%C3%B6sterreich+2500+3409816) è una fonte molto interessante.

L’elemento più importante in questa fase è la forte domanda del settore edilizio, che si prevede continui nei prossimi mesi, che ha trainato il prezzo dei tronchi AC a 100 €/mc, con l’eccezione delle aree interessate dai tagli per bostrico: il valore medio ha raggiunto la media del periodo (90 €/mc). Ricordo che nell’estate 2020 il prezzo dell’assortimento era sceso al valore medio di 66 €/mc dai 102 €/mc dell’inverno 2014. Aumenti di prezzo ci sono anche per l’assortimento Cx (imballaggio, legname di minor qualità). Resta sempre alto il valore del legname di larice.

L’aumento di prezzo non interessa invece il legno da industria e da energia, per il quale c’è stato una stabilizzazione su prezzi decisamente inferiori (29-30 €/mc) alla media del periodo (37 €/mc).

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it