Mille alberi per la “Foresta dei Diritti”: grazie al PEFC Italia e a Leroy Merlin ritorna a crescere la Riserva naturale “Bosco d’Alcamo”

Gli alberi piantati nel 2012 dai ragazzi del liceo “Vito Fazio Allmayer” furono distrutti da un incendio doloso nell’ottobre 2014. Il PEFC Italia ha risposto all’appello del preside e, grazie alla collaborazione di Leroy Merlin Italia, nel prossimo autunno si procederà al rimboschimento della “Foresta dei diritti”. Al GREEN DAY di Leroy Merlin firmato il protocollo d’intesa.

Milano, 28 maggio 2015 – Al centro di questa storia di legalità e sostenibilità forestale ci sono duemila alberi: tanti, nel 2012, ne furono distrutti da un incendio doloso sviluppatosi nel all’interno della Riserva Naturale “Bosco d’Alcamo” sul monte Bonifato, in provincia di Trapani. Ma la popolazione locale non si perse d’animo e, guidata dagli studenti del Liceo Statale “V.F. Allmayer”, aderì alla campagna “Mille alberi per mille alcamesi” ripiantando, nell’arco di un biennio, mille alberi al posto di quelli persi nell’incendio. “L’esperienza fu magnifica” racconta il preside del Liceo, Vito Emilio Picciché. “I ragazzi avevano preso a cuore l’iniziativa e nonostante il tempo impervio, avevano portato a termine l’opera di reimpianto. Non si trattava solo di un fatto simbolico, ma di riappropriarsi fisicamente di un meraviglioso territorio ferito, che ad ovest domina una ampia vallata incastonata fra il Golfo di Castellammare, Monte Inici e le colline che sorreggono il Tempio e il Teatro di Segesta. Migliaia di persone dalla Piazza della città erano arrivate a piedi fino al luogo scelto per fare il rimboschimento”.

Ma la loro passione lese evidentemente gli interessi di qualcuno. E, nella notte del 13 ottobre 2014 tutte le piante vennero date alle fiamme. “È difficile pensare ad un’anomala autocombustione in questa stagione” scrisse il preside del Liceo di Alcamo alle autorità governative locali e nazionali. “È una intimidazione? È legittimo che la scuola operi nel sociale? Che s’impegni per la salvaguardia e lo sviluppo del territorio? Che lotti per affermare i valori civili? Se con noi condividete questi valori vi chiediamo di non lasciarci soli”.

A quell’appello accorato ha risposto il PEFC Italia che ha interessato della vicenda la Leroy Merlin Italia, la sezione italiana della multinazionale francese specializzata nel fai-da-te, bricolage, giardinaggio ed edilizia. Grazie al suo sostegno, nell’autunno prossimo vedrà la luce la “Foresta dei diritti”.

“Ogni albero – spiega Luca Pereno, coordinatore Sviluppo Sostenibile di Leroy Merlin Italia – verrà intestato ad un rappresentante dei diritti, sia esso del mondo della Natura, della politica, dell’educazione, dello sport ecc.. Per ogni fornitore della Leroy Merlin Italia che firmerà il nuovo “Codice di Condotta sociale”, l’azienda finanzierà l’impianto di un albero”. E con le mille sottoscrizioni attese, il bosco del monte Bonifato verrà ripristinato.

“L’appello del preside Picciché – osserva Antonio Brunori, segretario generale del PEFC Italia – non poteva essere lasciato cadere nel vuoto. Deve anzi scuotere le coscienze per ricordare a tutti che la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio forestale è possibile solo grazie a uno sforzo collettivo. Il PEFC, che da anni combatte in tutto il mondo per coniugare gestione forestale con legalità, diritti dei lavoratori e delle popolazioni locali, è orgoglioso di aver potuto contribuire a restituire ai cittadini di Alcamo il loro bosco”.

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *