Nuova certificazione forestale nel Lazio, il Comune di Lariano

Di Luca Rossi   

I preziosi boschi di latifoglie del Centro Italia si fanno avanti nel virtuoso percorso della Gestione Forestale Sostenibile (GFS) PEFC con una nuova certificazione nella regione Lazio, quella del patrimonio forestale gestito dal Comune di Lariano (RM).

Dopo il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica – Servizio Tenuta Presidenziale di Castelporziano – (2020) e dopo il Gruppo “Monti Cimini ed Altri Comprensori Forestali del Lazio” (2021), con questa terza nuova certificazione di GFS, la superficie forestale laziale certificata raggiunge i 4.952,68 ettari, seconda al Centro e Sud-Italia soltanto alla Basilicata, prima con 6.119,62 ettari.

Situato nella parte Sud-Est del Parco Regionale dei Castelli Romani su colline a circa 350 metri sul livello del mare, alle pendici dei Monti dell’Artemisio, il Comune di Lariano ha ottenuto dall’ente certificatore CSI a inizio settembre la certificazione di 585,5382 ettari di bosco costituito in prevalenza da cedui di castagno e formazioni miste (cerro, tiglio, acero, faggio, frassino) per la vendita di lotti in piedi.

La regione Lazio è prima al Centro-Sud per numero di aziende certificate per la Catena di Custodia PEFC, con 40 aziende virtuose nel settore della lavorazione e della trasformazione di legno, cartone e carta.

Un forte segnale di sensibilità e di attenzione all’ambiente e al consumatore, che si auspica possa portare ad una gestione sempre più consapevole e responsabile del patrimonio forestale di tutto lo Stivale, alpino e appenninico.

Foto di Yoksel Zok, da Unsplash.com

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it