Prodotto del mese – Packaging di Mareblu

Retro Nuovo Tonno Olio MarebluDi Giovanni Tribbiani

Da marzo 2018 sarà presente nei supermercati il Nuovo Tonno all’Olio di oliva Mareblu con meno olio, per evitare inutili sprechi e il cui imballo è certificato PEFC. Cresce il numero di aziende che hanno scelto di dare coerenza al proprio impegno nei confronti dell’ambiente utilizzando packaging certificato PEFC.

Per questo Mareblu, in collaborazione con Legambiente e utilizzando carta certificata PEFC, ha ideato una formula “perfetta”: il nuovo tonno all’olio di oliva, in lattine da 60g, con tutto il gusto del classico tonno all’olio di oliva, la stessa quantità di tonno rispetto ad una classica lattina da 80g, ma meno olio da scolare. L’85% delle persone che acquista il Tonno all’Olio di Oliva infatti, sgocciola il prodotto prima di consumarlo*, buttando l’olio in eccesso direttamente nel lavandino: questo gesto è dannoso per l’ambiente che ci circonda, poiché l’olio viene riversato anche nel mare, creando uno strato sulla sua superficie che impedisce lo scambio di ossigeno tra aria e acqua, pregiudicando l’ecosistema.

L’approvvigionamento del pesce di questo Tonno proviene da FIP (Fishery Improvement Project), programma di miglioramento della pesca per il raggiungimento della certificazione di sostenibilità MSC e fa inoltre parte del progetto SeaChange, il piano integrato del gruppo Thai Union di cui Mareblu fa parte, che garantisce il rispetto dei mari, la sicurezza dei lavoratori e la legalità per l’intera industria ittica.

Questo approccio rivolto all’ambiente ha portato Mareblu a scegliere PEFC per il proprio packaging come garanzia di sostenibilità della gestione forestale da cui proviene il cartoncino che contiene le scatolette di tonno.

Il Nuovo Tonno all’Olio di Oliva Mareblu con meno olio sarà presente sugli scaffali nei seguenti formati:

4 lattine da 60g

6 lattine da 60g

9 lattine da 60g

12 lattine da 60g.

Un nuovo esempio di buona pratica legata alla certificazione PEFC che siamo sicuri sarà presto seguito da altre grandi realtà come Mareblu.

*Fonte: Stratégir, Usages and Attitudes Canned fish market Research, 2015

Join the discussion

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *