Terminato il Progetto MADAMES sui servizi ecosistemici delle foreste

Si è recentemente concluso il progetto MADAMES – Mitigation and ADaptation Analysis for Mediterranean Ecosystem Services, che aveva l’obiettivo di eseguire uno studio di fattibilità di un servizio per la gestione sostenibile dei servizi ecosistemici forestali.
Il progetto, della durata di sei mesi, è stato finanziato da EIT – Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologia nell’ambito della comunità dell’innovazione chiamata CLIMATE-KIC ovvero una delle Knowledge and Innovation Communities (KICs) create nel 2010 dall’EIT, nata per promuovere l’innovazione nella sfida ai cambiamenti climatici.

Le attività sono state coordinate da MEEO S.r.l, azienda privata della rete Climate-KIC con competenze nell’integrazione dei servizi basati su dati ambientali, con il coinvolgimento della fondazione   CMCC – Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici , anch’esso membro della stessa KIC e con il prezioso supporto del PEFC Italia, che, grazie alla propria rete di  aree certificate Italiane, ha reso possibile lo svolgimento di un’analisi di mercato nell’ambito della gestione sostenibile delle aree forestali.

           
Tra i risultati di progetto, è stato infatti prodotto il report conclusivo dell’analisi fatta sui servizi ecosistemici forestali dell’area Italiana Mediterranea Settentrionale, investigando gli effetti su di essi causati dai cambiamenti climatici e, in alcuni casi, da una gestione non appropriata.

Altri elementi di interesse scaturiti dallo studio, riguardano il ruolo dell’imprenditore forestale e in particolare la sua percezione e attitudine all’uso di strumenti informatici in grado di dare indicazioni sui servizi ecosistemici prodotti da un bosco gestito in maniera sostenibile.
Dal sondaggio condotto nell’ambito del progetto MADAMES  sul 47% dei proprietari/gestori certificati PEFC in Italia, è conferma infatti quanto, la presenza di uno strumento informatico in grado di dare questo tipo di indicazioni, possa configurarsi come strumento utile per gli stessi imprenditori forestali, al fine di migliorare la quantità e la qualità dei servizi ecosistemici generati.

Alla luce dei suddetti risultati, il  materiale prodotto nell’ambito del progetto sarà pertanto funzionale alla futura progettazione di un servizio che, avvalendosi anche di informazioni climatiche provenienti dal programma Copernicus, possa supportare e favorire il mercato dei servizi ecosistemici delle foreste certificate, creando per gli imprenditori forestali che gestiscono il proprio bosco in maniera sostenibile nuove opportunità e spazi di mercato.

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it