Universiade a impatto zero: sport, giovani e ambiente nelle foreste certificate

Non sarà solo una serie di gare sportive. Né sarà solo un veicolo di valori educativi e culturali. L’edizione 2013 dell’Universiade invernale, ospitata in Trentino dall’11 al 21 dicembre prossimi farà da cassa di risonanza anche alla tutela ambientale e del territorio. Sarà infatti un evento sportivo a emissioni zero: lo svolgimento dell’Universiade non produrrà quindi alcun incremento delle emissioni globali di gas che producono alterazioni climatiche. Le 20.000 tonnellate totali di emissioni di anidride carbonica (CO2) previste per lo svolgimento delle varie attività – equivalenti all’inquinamento di 15.000 automobili a gasolio con percorrenza media annua di 10.000 km – saranno compensate da numerosi interventi di efficienza e di risparmio energetico, adottati in tutto il Trentino, compreso l’uso di legname proveniente dalle locali foreste certificate per le costruzioni delle strutture temporanee e permanenti. E l’Universiade trentina sarà anche un evento “paper free”, con la riduzione al minimo dell’uso di materiale cartaceo a favore dell’uso dei mezzi informatici, con uso di carta certificata PEFC per la componente di consumo indispensabile.
Risultati concreti e importanti. Resi possibili grazie alla sottoscrizione di un Manifesto di Sostenibilità, redatto dal Comitato organizzatore, dal Consorzio dei Comuni Trentini e dall’associazione PEFC Italia.
Per illustrare i punti nodali dell’iniziativa “Universiade a impatto zero” ma anche per scoprire i vantaggi, in termini non solo ambientali ma soprattutto sociali ed economici, della corretta gestione del nostro patrimonio forestale, il PEFC Internazionale, il PEFC Italia e la Provincia di Trento hanno organizzato un press tour fra le valli trentine nei giorni immediatamente precedenti la manifestazione. Tre giorni per visitare cartiere, segherie, foreste certificate e le strutture allestite per l’Universiade: lo stadio del ghiaccio e del curling all’Altopiano di Piné, gli impianti di sci nordico di Pozza. E l’edificio, realizzato con legno certificato e a filiera corta, a Lago di Tesero, che ospiterà le tv di tutto il mondo e che ha ottenuto la certificazione di progetto PEFC.
Il press tour è inserito negli eventi ufficiali dell’European Forest Week, promossa dalla FAO http://www.fao.org/forestry/efw2013/events/en/
Per maggiori informazioni www.universiadetrentino.org

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *