Uno sguardo al mercato del legno tondo in Austria e Trentino

Di Francesco Dellagiacoma

Il legno ha la possibilità di giocare un ruolo importante grazie agli impegni sul clima e al Green Deal, cui in Italia si aggiunge anche la resistenza antisismica. In continuità con l’andamento dei mesi scorsi, il prezzo del legname prosegue ad aumentare (al massimo in Austria) e sono confermate le prospettive favorevoli grazie alla ripresa dell’attività produttiva in generale e di quella edilizia in particolare, oltre il momento di difficoltà di fornitura provocato dalla strozzatura causata dalla pandemia. Il report di agosto della Camera dell’Agricoltura Austriaca conferma la crescita del prezzo del legname tondo di conifera e la situazione di mercato favorevole, trainata dal momento favorevole dell’edilizia in Europa (e America e Asia).

Il prezzo dell’assortimento di riferimento (abete, diametro 25-30 cm) ha raggiunto il massimo storico (103 €/m³), superando quello dell’inverno 2013-14 e con un guadagno di 37 € in un anno. Le prospettive dell’attività edilizia sono buone per le opportunità di adeguare il patrimonio alle nuove esigenze (lavoro da casa, flessibilità e mobilità regionale nel dopo Covid, ripresa dell’attività e risparmi). In questo ambito l’uso del legno viene ulteriormente spinto dagli impegni ambientali e dal GREEN DEAL europeo, per i vantaggi connessi allo stoccaggio e alle basse emissioni di anidride carbonica rispetto ai materiali concorrenti.

Il legno da industria, il cui utilizzo è associato alla filiera energetica oltre che a pannelli e carta, non ha risentito dell’aumento, anche per le quantità di legname di bassa qualità provenienti dal recupero di schianti e dai danni da bostrico.

Anche i dati della CCIAA del Trentino (portale del legno https://www.legnotrentino.it/it/) mostrano il forte recupero rispetto alla scorsa estate. Il grafico riporta il prezzo del legname venduto in piedi, anche in questo caso per l’abete.

I prezzi del legname allestito sono cresciuti in modo considerevole, in particolare nell’estate di quest’anno (in luglio il prezzo medio ha sfiorato 120 €/m³).

Foto di Maciej Rusek, da Unsplash.com

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it