Alberi di natale PEFC in giro per l’Italia tra tradizione e sostenibilità

Anche quest’anno Piazza San Pietro avrà al  suo centro un albero di Natale certificato  PEFC. Dopo gli alberi provenienti dalle foreste
certificate PEFC di Belgio, Austria e dell’Alto  Adige, quest’anno il comune di Waldmunchen  in Bayern ha donato un abete di 25 metri di  altezza e 7,2 tonnellate di peso proveniente  dalle foreste certificate del comune di  Domažlice, nella Repubblica Ceca. Insieme ad
esso sono stati portati altri 60 piccoli abeti rossi  che adorneranno le stanze del Vaticano. Dopo  lo smantellamento, il legno del tronco, come  avviene da alcuni anni, verrà utilizzato per  realizzare piccoli oggetti di uso quotidiano e  giocattoli.

Trieste avrà anche quest’anno un albero di Natale locale e certificato PEFC. L’abete che ornerà la
centralissima Piazza della Borsa è infatti stato donato da Legno Servizi, cooperativa di Tolmezzo (Ud).
L’abete di quest’anno proviene dalla foresta comunale di Pramosio, certificata PEFC. Accanto all’albero,
cittadini e turisti che visiteranno la piazza durante le festività natalizie, potranno trovare, all’interno di una
bacheca in legno (anch’esso ovviamente certificato) materiale informativo sulla gestione forestale sostenibile
targata PEFC, sui vantaggi delle Catene di custodia, sulle filiere dei materiali legnosi provenienti dai boschi
certificati e sulle attività di Legno Servizi.
Gli espositori illustreranno le caratteristiche ambientali ed economiche della gestione forestale sostenibile e
della tracciabilità dei prodotti legnosi certificati e ne promuoveranno la diffusione.
La cooperativa Legno Servizi è nata nel 1995 e attualmente composta da una novantina di soci. Proprietari
forestali, pubblici e privati, la Regione, oltre 50 Comuni e amministrazioni di Uso Civico.
Anche la Toscana non è da meno. Il Consorzio Forestale dell’Amiata, socio PEFC Italia, ha donato alberi di
Natale a tutti i 12 Comuni dell’Amiata Grossetano, al Comune di Grosseto e al Comune di Montalcino. Si
tratta di abeti bianchi che derivano da un intervento di diradamento.
I Comuni interessati sono: Arcidosso, Castel del Piano, Santa Fiora, Castell’Azzara, Seggiano, Cinigiano,
Roccalbegna, Grosseto, Montalcino. Il Consorzio fornisce alberi anche alle scuole e alle case di riposo, in
base alle disponibilità. Anche la Prefettura di Grosseto, come ogni anno, ha un albero di Natale proveniente
dalla corretta gestione secondo lo standard PEFC.
Infine si segnala che dalla Val di Fiemme è arrivato alla Capitale un grande abete rosso della Magnifica
Comunità di Fiemme, con doppia certificazione Pefc e Fsc, offerto dall’impresario Aldo Soppelsa al Comune
di Roma.

Redazione

Redazione

Eco delle Foreste è uno spazio d’informazione con articoli, reportage, storie, per tutti coloro che amano le foreste e voglio tenersi informati sul mondo della certificazione forestale. Per contattare la redazione Eco delle Foreste - press@pefc.it

Ultime notizie