Boschi certificati PEFC in Valle Varaita

Condividi

Una valle ricca di boschi e di verde la Valle Varaita (CN), nelle Alpi Cozie meridionali, che si estende sul versante sud del Monviso e che si sviluppa per circa 70 km lungo il torrente che da questo ne scaturisce, il Varaita. Qui, l’omonima Unione Montana ha ottenuto la certificazione per la Gestione Forestale Sostenibile secondo lo standard PEFC per un totale di 3.495,84 ettari di foreste.

Rilasciato dall’ente CSQA nei primi giorni di settembre 2023, il certificato attesta la gestione sostenibile dei boschi che ricadono nei territori di tre dei 14 comuni che compongono l’Unione Montana Valle Varaita, i quali hanno conseguito, attraverso lo standard ITA 1001-1:2015 la certificazione di gruppo. In particolare, concorrono al totale della superficie forestale pubblica certificata il Comune di Bellino, con 759,14 ettari, il Comune di Pontechianale, con 1.327,46 ettari, e il Comune di Casteldelfino, con 1.409,24 ettari, tutti in provincia di Cuneo.

Le tipologie forestali interessate dalla certificazione sono larici-cembreti, acero-tiglio frassineti, rimboschimenti di conifere, alneti di ontano verde, saliceti ripariali, faggete, e pinete di pino silvestre, finalizzate alla vendita di lotti in piedi.

L’Unione, – dichiara il presidente Silvano Dovetta – prosegue nel lavoro di valorizzazione delle superfici boscate, un forte volano per l’economia del territorio che è in larga parte legata alla filiera del legno, tradizionale per questa valle. Con questa certificazione, in particolare, si compie un passo in più per il riconoscimento del legname di pregio del nostro territorio ma allo stesso tempo si procede in un lavoro di gruppo che potrà darci ulteriori soddisfazioni”.

La certificazione arriva come ulteriore elemento di valorizzazione territoriale ed è la naturale ricaduta della stesura dei piani di gestione forestale delle proprietà pubbliche della valle Varaita, al quale l’Unione si è dedicata grazie ai finanziamenti ottenuti dalla Regione Piemonte nell’ambito dell’ultimo Piano di Sviluppo Rurale, misura 16.8.1. Si tratta di un punto di partenza, visto che per il momento la certificazione è stata ottenuta soltanto per l’alta Valle Varaita, che ha una gestione molto omogenea che ha come elemento principale la valorizzazione del legno, e con un territorio da gestire in modo oculato anche in relazione al fatto che parte di esso è tutelato dal Parco del Monviso, e allo stesso tempo molto diverso rispetto al resto della valle. C’è quindi nelle intenzioni e nei progetti dell’Unione Montana l’estensione della certificazione anche ad altri quattro comuni della media e bassa valle, per la quale sono già state fatte richieste di fondi. I territori che finora sono stati coinvolti e certificati hanno infatti dimostrato interesse e proattività rispetto al processo di certificazione e ai benefici con essa conseguibili, e si stanno inoltre già muovendo nell’organizzazione di lotti di vendita rivolti sia agli aventi diritto di uso civico sia per l’inserimento e diffusione nel mercato.

Una realtà forestale molto viva e molto attiva quella della Valle Varaita, dove si segnala inoltre che per il quarto anno consecutivo l’Unione Montana ha stanziato un contributo alle aziende agricole della valle per la pulizia e la cura del sottobosco dei castagneti da frutto in attualità di coltura. Diversi gli interventi messi a contributo, per una scelta che sembra andare nella stessa direzione della decisione di PEFC delle scorse settimane di riconoscere l’idoneità dell’applicazione dello Standard di Gestione Forestale Sostenibile PEFC ai castagneti da frutto, aree che da normativa nazionale sono invece escluse dalla definizione di bosco.

Ancora, “poiché il territorio ha valutato positivamente la presenza di uno sportello forestale per fornire informazioni e assistenza al pubblico in Valle Varaita – aggiunge il presidente Dovetta – l’Unione ha deciso di prolungarne l’apertura anche oltre i termini naturali della scadenza del progetto «Valle Varaita Forest» finanziato dal PSR regionale; grazie ad ulteriori risorse siamo in grado di garantire altre giornate di apertura dello sportello, nel periodo autunnale quando è più elevata la necessità di avere informazioni sul tema.

L’attività è gestita dal raggruppamento temporaneo di professionisti esperti in campo forestale attivo in valle dal 2020 e composto da Marco Allasia, Marco Bonavia, Fabio Castelli, Fabio Piccobotta e Stefano Rapallino.

Con questa nuova certificazione, gli ettari certificati PEFC in Piemonte salgono a quota 85.604,41, di cui 82.915,7 di foreste e 2.688,71 di pioppeti.

LucaRossiEcodelleForesteSF Boschi certificati PEFC in Valle Varaita
Luca Rossi

Giornalista pubblicista con Laurea Magistrale in Sviluppo Rurale Sostenibile, lavora ai contenuti e alle forme in Eco delle Foreste dal 2018.

Picture of Luca Rossi

Luca Rossi

Giornalista pubblicista con Laurea Magistrale in Sviluppo Rurale Sostenibile, lavora ai contenuti e alle forme in Eco delle Foreste dal 2018.

Ultime notizie

MONDO PEFC

Risultati dell’Assemblea dei soci PEFC Italia 2024

Venerdì 10 maggio si è tenuta a Reggio Emilia, presso la sala civica della Ex-Polveriera, l’annuale Assemblea dei soci dell’Associazione Pefc Italia (58 soci, appartenenti a Pubbliche Amministrazioni, organizzazioni di proprietari forestali e dei pioppeti,

Leggi articolo »