Nuovi standard GFS e GSA PEFC: quando entreranno in vigore e come comportarsi

di Eleonora Mariano
Continua il processo di riconoscimento internazionale dello standard di Gestione Forestale Sostenibile (GFS) e Gestione Sostenibile delle piantagioni Arboree (GSA) del PEFC Italia. I due standard, che sono stati già riconosciuti a livello nazionale nell’ottobre 2015 con l’approvazione del lavoro del Forum da parte del CdA del PEFC Italia, si trovano ora a dover essere valutati a livello internazionale, al fine di verificare il loro allineamento con i requisiti del PEFC Council.
Infatti, dopo essere stati esaminati da un’organizzazione australiana (la ITS Global, selezionata dal PEFC Council tramite un bando internazionale di evidenza pubblica), gli standard sono ora in fase di valutazione da parte del “Panel of expert” del PEFC Council: una Commissione di esperti individuati dal PEFC Internazionale che valuterà se le novità introdotte con il lavoro del Forum (che si ricorda essere il gruppo di stakeholder del settore foresta-legno italiano che tra il 2014 e il 2015 ha lavorato per il miglioramento dello standard PEFC) sono conformi a quanto richiesto dai requisiti comuni del mutuo riconoscimento del PEFC Council.
L’ultimo passo per il riconoscimento a livello internazionale consiste nella votazione, sulla base delle valutazioni di ITS global e del “Panel of experts”, da parte degli altri 46 PEFC nazionali (gli omologhi del PEFC Italia). Il nuovo standard, una volta valutato positivamente con maggioranza assoluta, sarà valido dalla data di pubblicazione della votazione e per un anno (periodo di transizione) si sovrapporrà all’attuale standard che decadrà definitivamente al termine del periodo di transizione.
Durante il periodo di transizione, quindi, si avrà la possibilità scegliere se continuare ad utilizzare lo standard in scadenza o se, invece, adattare già da questo anno il proprio manuale (e quindi la visita ispettiva) ai requisiti contenuti nella nuova versione dello standard, migliorando ulteriormente la sostenibilità del proprio sistema di gestione.
I nuovi standard, oltre ad un lavoro di semplificazione e snellimento di alcuni punti (come la linea guida 1.3 e gli indicatori 4,7a e 6,8c di ITA 1001-1) sono caratterizzati anche da un miglioramento sul fronte dei criteri di sostenibilità ambientale, per esempio dando preferenza alla rinnovazione naturale che garantisce una maggior diversità genetica (lasciando, quindi, la rinnovazione artificiale solo per casi particolari e specifici), prevedendo l’introduzione di sistemi di sorveglianza per la protezione delle foreste dalle attività illegali ed esplicitando il divieto dei pesticidi più tossici, cioè di quelli inseriti nelle liste 1A e1B dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Maggiori informazioni sono presenti a questa pagina: http://www.pefc.it/documenti/forum-gestione-forestale-sostenibile-2015

Redazione

Redazione

Eco delle Foreste è uno spazio d’informazione con articoli, reportage, storie, per tutti coloro che amano le foreste e voglio tenersi informati sul mondo della certificazione forestale. Per contattare la redazione Eco delle Foreste - press@pefc.it

Ultime notizie