LA CRISI NON FERMA LA CERTIFICAZIONE FORESTALE: L’UNIVERSO PEFC ITALIA SFONDA QUOTA 700

Hanno raggiunto le 711 unità le aziende della filiera bosco-legno certificate secondo lo standard Pefc, lo schema di gestione forestale sostenibile più diffuso al mondo. Rispetto al 2011, sono 134 le nuove realtà certificate (+17%). Un favore per l’ambiente ma anche una strategia aziendale anti-recessione

29 Ottobre 2012 – Tipografie, produttori di cancelleria, imprese edili, produttori di pannelli in legno, case editrici, fabbriche di mobili, segherie, ditte boschive, aziende specializzate in imballaggi. Tanti settori, tanti anelli di un’unica catena (la filiera del legno-carta, dal bosco al prodotto finale). Accomunate però da un altro elemento: sono tutte realtà certificate PEFC, il sistema di certificazione forestale più diffuso al mondo per individuare le foreste gestite in modo responsabile e le aziende che producono i loro prodotti con materie prime rintracciabili perchè provenienti da tali fonti.

Queste realtà hanno ormai superato in Italia quota 700 (sono al momento 711) che conferma la quarta posizione al mondo per numero di aziende certificate PEFC (dopo Francia, Germania e Inghilterra). Un traguardo storico, soprattutto in un momento in cui molti imprenditori a causa della crisi economica decidono di tagliare gli investimenti in innovazione e di risparmiare proprio sugli interventi che potrebbero ridurre l’impatto ambientale delle attività umane e innalzare il valore etico della propria produzione.

“Per questo siamo estremamente orgogliosi di questo traguardo” ha commentato Antonio Brunori, segretario generale del Pefc Italia. “Tutte queste aziende hanno scelto la certificazione e la strada della qualità come strumento per fronteggiare questo momento di stagnazione economica che ovviamente colpisce duramente anche la filiera bosco-legno-carta, partendo dal settore dell’edilizia e carpenteria e dei settori ad esso connessi. E la loro decisione aiuta a consolidare quel circolo virtuoso che permette di aumentare la sensibilità ambientale dei consumatori e le possibilità degli acquisti verdi da parte delle Pubbliche Amminiostrazioni, facendo capire quanto bene all’ambiente e ai nostri territori può derivare da una gestione intelligente e attiva del patrimonio boschivo e da una filiera trasparente ed etica”.

Analizzati nel dettaglio, i dati sulle certificazioni fanno ben sperare per il futuro: nel 2012, nonostante il perdurare della crisi, le nuove realtà certificate sono 134 (+17%), e probabilmente entro fine anno supereranno il dato del 2011. Il settore che ha avuto il maggior sviluppo è stato quella della carta per la casa e la carta sanitaria (+72%) seguito dalle aziende di gadget, cancelleria e utensili (+58%) e da carta per la grafica (+33%). Ma in valori assoluti, le performance migliori sono state ottenute nel settore edilizia (24 nuove aziende certificate).

Sul totale delle 711 realtà certificate Pefc, il 13% sono segherie e ditte di prima trasformazione de legno, seguite a pari merito dalle imprese edili e da editori e stampatori (11% ciascuno) e dai mobilifici e produttori di arredi per interno (10%).

Redazione

Redazione

Eco delle Foreste è uno spazio d’informazione con articoli, reportage, storie, per tutti coloro che amano le foreste e voglio tenersi informati sul mondo della certificazione forestale. Per contattare la redazione Eco delle Foreste - press@pefc.it

Ultime notizie