Nuova certificazione di Gestione Forestale Sostenibile PEFC in Piemonte

Di Luca Rossi   

All’ombra del Monviso, al termine della Val Pellice, a due passi dal confine con la Francia, tre comuni piemontesi si riuniscono in una nuova certificazione di gruppo di Gestione Forestale Sostenibile PEFC.
Si tratta del Comune di Bobbio Pellice (TO), che dà anche il nome al gruppo di certificazione, visti i suoi più di 3.200 ettari di boschi certificati, del Comune di Angrogna (TO) con circa 130 ettari, e del Comune di Rorà (TO) con circa 300 ettari.          

Rilasciato a inizio giugno dall’organismo di certificazione CSQA, il certificato di conformità di valenza quinquennale attesta la gestione forestale sostenibile di complessivi 3.693,21 ettari composti da lariceti, faggete, rimboschimenti, abetine, boscaglie pioniere d’invasione, acero tiglio frassineti, castagneti, alneti di ontano verde, atti alla produzione di legname in catasta, arredi e manufatti in legno.   

Grazie alla certificazione PEFC, il patrimonio boschivo può diventare centrale nelle politiche di sviluppo sostenibile dei tre comuni, che”, dichiara il Dott. Forestale Andrea Ighina, responsabile di questa certificazione, “riconoscendo il ruolo fondamentale delle foreste a livello sociale, ambientale e paesaggistico, vogliono rendere riconoscibile il loro impegno nel rispetto della risorsa forestale e nella valorizzazione delle filiere locali legate al legno e ai prodotti derivanti dal bosco”.

La Regione Piemonte vanta nel 2021 sei certificazioni di GFS per un totale di 51.012,58 ettari di boschi (5° tra le regioni italiane per superficie certificata), due certificazioni per le piantagioni arboree per 1.929,13 ettari complessivi, e 100 certificazioni di Catena di Custodia.

Redazione

Redazione

Eco delle Foreste è uno spazio d’informazione con articoli, reportage, storie, per tutti coloro che amano le foreste e voglio tenersi informati sul mondo della certificazione forestale. Per contattare la redazione Eco delle Foreste - press@pefc.it

Ultime notizie