Anche Avvenire su carta certificata PEFC!

Avvenire esce, da venerdì 27 febbraio, con la certificazione “Pefc” e tutta la carta utilizzata nelle tipografie dove viene stampato proviene da foreste gestite in maniera sostenibile e da fonti controllate. Il quotidiano entra nel gruppo di testate che hanno deciso di far stampare i propri giornali, supplementi e allegati solo su carta certificata PEFC. La stessa scelta fatta, nei mesi e anni scorsi, da testate come La Stampa, L’Adige, La Sicilia, Messaggero di Sant’Antonio, San Francesco Patrono d’Italia, Famiglia Cristiana e gli altri periodici del gruppo San Paolo, Sergio Bonelli editore, Astorina (editore di Diabolik) ed altri. Il quotidiano cattolico più diffuso in Italia non poteva, dunque, non essere coerente con la propria vocazione per la difesa dei diritti degli uomini e del Creato. Il sistema di certificazione PEFC, infatti, assicura la gestione sostenibile del patrimonio boschivo e permette la più trasparente tracciabilità della materia prima lungo tutta la filiera, dal bosco al prodotto finito.
“Una scelta – segnala la testata – che conferma l’attenzione del giornale sul tema della salvaguardia del Creato e su quello della legalità. Un piccolo marchio, ma un importante impegno che prevede norme rigide e controlli severi, sulla base di regole riconosciute a livello mondiale”. “Regole che il nostro giornale già cercava di rispettare con un impegno generale alla responsabilità sociale d’impresa, e che ora, con la certificazione, s’impegna pubblicamente a continuare a seguire”, ha spiegato il direttore generale di “Avvenire”, Paolo Nusiner.
Al link, l’annuncio del quotidiano dell’avvenuta certificazione
http://www.avvenire.it/Cronaca/Pagine/%27Avvenire%27-ancora-pi-sostenibile-.aspx

Redazione

Redazione

Eco delle Foreste è uno spazio d’informazione con articoli, reportage, storie, per tutti coloro che amano le foreste e voglio tenersi informati sul mondo della certificazione forestale. Per contattare la redazione Eco delle Foreste - press@pefc.it

Ultime notizie