La crisi non ferma la certificazione forestale PEFC, un 2013 soddisfacente

Nel 2013 abbiamo visto e vissuto tutti le grandi difficoltà dovute alla crisi, che è stata feroce anche con il nostro settore, nonostante questo però il numero di aziende che hanno scelto di certificare la propria attività secondo lo standard di Catena di Custodia PEFC è cresciuto.

Certificazione forestale e di Catena di custodia

Sono state, infatti, ben 149 le nuove aziende con il certificato di catena di custodia, con un incremento del 19,71%, passando da 756 a 852 aziende certificate CoC PEFC.

L’area forestale certificata PEFC al 31 dicembre 2013 è di 791.929,44 ettari corrispondenti al 9% della superficie totale a bosco (8.759.200 ettari), con un aumento di 23.240,04 ettari – pari a un +3,2% sul 2012. L’area a maggior certificazione è quella gestita dal Bauernbund – Unione Agricoltori di Bolzano (con 289.015 ettari), seguita dall’area gestita dal Consorzio dei Comuni Trentini – AR Trentino (con 247.634,52 ettari, poi dall’area gestita dal Gruppo PEFC Veneto (con 85.307,21 ettari, l’8,8%); dall’area gestita dall’Associazione Regionale FVG – Legno Servizi (con 81.008,45 ettari) quindi a seguire le foreste del Piemonte, della Lombardia, della Toscana e Abruzzo.

I grafici con tutte le proiezioni sono disponibili qui: http://www.pefc.it/news-a-media/news/377-la-crisi-non-ferma-la-certificazione-forestale-pefc-un-2013-soddisfacente

Autore dell'articolo: Redazione

Per contattare la redazione Eco delle Foreste press@pefc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *